Giardini pubblici

I Giardini Pubblici costituiscono un importante polmone verde cittadino, il cui ingresso si trova in Largo Dessì.

I Giardini Pubblici visti dall'ingresso principale.
I Giardini Pubblici visti dall'ingresso principale.

Descrizione

Con quasi due ettari di estensione, i Giardini Pubblici costituiscono un importante polmone verde cittadino, con un’ultracentenaria storia alle spalle, e al loro interno custodiscono il polo culturale della Galleria Comunale d’Arte, in precedenza Regia Polveriera, ospitato nel lato opposto all’ingresso principale.

L’ingresso principale dei Giardini Pubblici di Cagliari si affaccia sul Largo Dessì e sulla Via Badas (al termine di Viale Regina Elena), situato tra lo storico quartiere di Castello e il quartiere La Vega, al quale si aggiungono due accessi secondari: il primo su Viale San Vincenzo e il secondo alla base di una scalinata che, da Via Giardini Pubblici si inerpica sino al Colle Buoncammino e, attraversando un canyon alto pochi metri scavato nella pietra arenaria, porta al Viale Buoncammino, a lato dell’ex carcere cittadino.

I giardini furono realizzati nel XIX secolo, riqualificando un’area abbandonata e incolta antistante l’allora Regia Polveriera: l’edificio militare esplose nel 1822 e fu ricostruito nel 1828 su progetto dall’architetto Carlo Boyl di Putifigari, in stile neo-classico, mentre l’area verde segue i canoni tipici dei giardini ottocenteschi. 

Nel 1840 l’area fu acquistata dal Comune di Cagliari e da allora si susseguirono numerosi interventi. Dal 1928 al 1933, su progetto affidato a Ubaldo Badas, ci fu la ristrutturazione degli spazi interni della Regia Polveriera e la nuova destinazione a Galleria Comunale d’Arte, oltre che l’apertura dell’ingresso principale su Viale Regina Elena (oggi preceduta da Largo Dessì e Via Badas).

Nel 2005 ebbero termine gli ultimi importanti lavori che disegnarono i Giardini Pubblici così come visibili ai giorni nostri: si realizzò la pavimentazione del viale principale, dei vialetti in terra battuta e del viale laterale; furono aperti gli accessi ai prati per il pubblico; fu eliminata la fontana che interrompeva il viale principale e ne furono realizzate due ex-novo dinanzi alla Galleria Comunale d’Arte; furono rimossi due cannoni e collocati dinanzi al Lazzaretto di Sant’Elia.

È ricco e di pregio l’allestimento verde presente, che si sviluppa ai lati del lungo viale che divide longitudinalmente i giardini, nel quale spicca la presenza di un monumentale ficus magnolioide ultracentenario, oltre a numerosi esemplari adulti di jacaranda, palma, leccio e ficus.  

Non manca un’area sportiva: appena superato l’ingresso principale, sulla parete calcarea a sinistra, è stata realizzata un’area dedicata all’arrampicata sportiva.

Infine, nel 2020 sono state installate delle dimore in legno per la nutrita colonia felina presente.

Galleria immagini

Modalità di accesso

Tre accessi dal viale Regina Elena, dal viale San Vincenzo e dal viale Buon Cammino, dove all'inizio si trova un sentiero pedonale che costeggia il colle calcareo e porta a lato della galleria. 

Dove


Largo Dessi' - 09123

Orari di apertura

Gennaio 07:00-21:00
Febbraio 07:00-21:00
Marzo 07:00-21:30
Aprile 06:00-22:00
Maggio 06:00-22:30
Giugno 05:30-23:00
Luglio 05:30-24:00
Agosto 06:00-24:00
Settembre 06:30-24:00
Ottobre 06:30-24:00
Novembre 06:30-24:00
Dicembre 06:30-24:00

Gestione

Area/Ufficio comunale

Documenti

Fa parte di

Ulteriori informazioni

  • Servizi igienici: sì.
  • Area cani: è consentito il transito all’interno del Parco ai cani accompagnati da responsabili, solo se assicurati al guinzaglio e con i suddetti responsabili muniti dei necessari sistemi di raccolta delle deiezioni.
  • Punti di ristoro: sì.
  • Parcheggi per le auto: adiacenti all’ingresso di Viale Regina Elena.
  • Accessi per disabili: sì.
  • Accesso veicoli: ai frequentatori del Parco non è concesso di introdursi o sostare nei suoi ingressi con i propri veicoli.
  • Accesso bici: per ragioni di sicurezza è consentito l’ingresso nel parco con le biciclette solo ai minori d’età inferiore ad anni 8, accompagnati da adulti.

Aggiornamento

29/09/2021, 15:37