Salta al contenuto

Domenica 11 Dicembre 2016

Cerca nel sito del Comune di Cagliari

Indice


Breadcrumbs
Corpo della pagina

Bilancio positivo per School Makers Sardegna.

All'iniziativa della Regione Sardegna ha preso parte anche l'Assessore all'Innovazione Tecnologica Claudia Medda
Leftbar utility
  • 30 settembre 2016
Corpo
L'Assessore Claudia Medda a School Makers Sardegna
L'Assessore Claudia Medda a School Makers Sardegna

Due giorni per fare in modo che, attraverso una serie di laboratori, dimostrazioni pratiche e dibattiti, le nuove tecnologie diventassero alla portata di tutti, in particolar modo di studenti, docenti e dipendenti della pubblica amministrazione per creare “artigiani digitali” e offrire nuove opportunità di lavoro. Questo l'obiettivo di “School Makers Sardegna”, iniziativa organizzata dalla Regione Sardegna che ha avuto come cuore pulsante una serie di percorsi di apprendimento digitale delle competenze del ventunesimo secolo.

Andata in scena nelle giornate del 29 e 30 settembre a Cagliari, ospitata nel Palazzo dei Congressi della Fiera internazionale della Sardegna, la manifestazione ha raccolto parecchi consensi.

E per il Comune di Cagliari non poteva mancare Claudia Medda, Assessore all'Innovazione Tecnologica con deleghe alla Comunicazione e al decoro urbano.

“L'innovazione negli enti locali ha spiegato l'Assessore Medda - deve consentire l'ottimizzazione delle procedure operative interne agli uffici, l'erogazione di nuovi ed efficienti servizi all'utenza e la partecipazione dei cittadini alle scelte di governo locale. E' fondamentale che la Pubblica amministrazione produca e rilasci i dati in formato aperto, non soltanto per raggiungere gli obiettivi imposti dalla legge di "amministrazione trasparente", ma anche per dare l'opportunità agli utenti più creativi di generare applicazioni e servizi innovativi utili a tutti, derivanti dall'uso degli open data”.

Intervenuta all'iniziativa, la rappresentante della Giunta comunale ha voluto sottolineare i progressi di Cagliari sull'applicazione delle tecnologie digitali. “Cagliari dispone di una sezione del portale istituzionale dedicata a “Open Data e Open Service”, con interfacce applicative che consentono lo sviluppo di applicazioni software da parte di terzi, proprio secondo l’approccio dell’Open Government, quindi attraverso flussi di dati e informazioni bidirezionali, dalla e alla Pubblica Amministrazione”.

Progressi che non possono trascurare gli aspetti legati alle infrastrutture, come ha precisato in chiusura del suo intervento, Claudia Medda. “Cagliari si doterà molto presto della nuova rete internet ultraveloce, come previsto dal piano nazionale per la Banda Ultra Larga: velocizzare le connessioni consentirà di rendere più concreto ed immediato lo sviluppo del progetto Smart City, migliorare la qualità della vita e l’efficienza della gestione della città con servizi sempre più connessi, accessibili e fruibili”.