Salta al contenuto

Sabato 23 Settembre 2017

Cerca nel sito del Comune di Cagliari

Indice


Breadcrumbs
Corpo della pagina
Leftbar
Articolo esploso

NOTIZIE

Cagliari capofila del PON Metro 2014-2020

Nell'area vesta un investimento importante per il Programma Operativo Nazionale Città Metropolitane.

VID134580

Superamento dell'emergenza abitativa, inclusione sociale per gli abitanti dei quartieri più periferici, risparmio energetico e mobilità sostenibile sono alcuni dei principali progetti di intervento (già avviati) nell'ambito del 'PON Città Metropolitane' a Cagliari.
Il Programma Operativo Nazionale, che vede il capoluogo sardo inserito nel progetto di azioni comuni delle quattordici aree metropolitane nazionali, presentato ieri a Roma, è stato illustrato questa mattina al Palazzo Civico di via Roma a Cagliari.
A presentare gli interventi sovvenzionati dall'Unione europea, l'equipe di lavoro costituita dal sindaco di Cagliari Massimo Zedda con in prima fila l'assessore alla Pianificazione Strategica Barbara Cadeddu. Alla conferenza stampa hanno preso parte anche Mauro Coni, assessore alla Viabilità e Traffico del Comune di Cagliari, accompagnato da Guido Portoghese, Presidente della omonima Commissione consiliare, Davide Carta, consigliere comunale e capogruppo del PD al Comune di Cagliari e il sindaco di Elmas, Valter Piscedda.

“La Strategia del programma ha spiegato Barbara Cadeddu - verte su quattro assi principali: l'agenda digitale metropolitana, la sostenibilità dei servizi e della mobilità urbana, i servizi e le infrastrutture per l'inclusione sociale”.

Le prime stime prevedono l'impiego di 3milioni di euro destinati alla riqualificazione e al recupero di alloggi; con l'investimento di 1milione verranno recuperati degli spazi inutilizzati, da consacrare all'attivazione di servizi per attività sociali, e altri 3milioni di euro, saranno riservati alla realizzazione di appartamenti e servizi comuni riservati ai soggetti fragili come le donne vittime di violenze o persone in uscita da percorsi di ospedalizzazione.

Riguardo all'impatto del partenariato sulle opere di riqualificazione territoriale in programma nell'Area Vasta, quali la riprogrammazione delle piste ciclabili che uniranno: Cagliari a Elmas, la zona di Giorgino con Cagliari, e il Poetto con gli altri poli di interesse urbano, il sindaco Zedda ha parlato in termini di "costituire una massa critica" di cui Cagliari sarà il motore propulsivo.
Se il capoluogo sarà in grado di utilizzare correttamente i fondi a disposizione, come per la spesa 2007-2013 questo PON sarà un passo verso il guadagno di altre risorse, preziose per dare lustro all'Isola intera. “Il vantaggio delle aree metropolitane - ha sottolineato il Sindaco -è la loro forte attrattività in termini di investimenti e turismo”.

Le sinergie di riqualificazione passanti per azioni sociali e mobilità sono state confermate dall'assessore Coni e da e Guido Portoghese. Registi dell'asse sulla mobilità urbana, entrambi hanno sottolineato come, passando per un'azione di collegamento delle diverse aree urbane, si ottenga una maggiore responsabilità partecipata dei cittadini, verso le aree pubbliche e come queste, fungeranno da spazi di incontro e  respiro intercomunale. Si è, invece, concentrato sugli aspetti sociali e soprattutto su come poter fare in modo che la fase assistenziale sia finalizzata ad un percorso di autonomia personale, Davide Carta.
Rightbar
  • 17 novembre 2015