Salta al contenuto

Giovedì 08 Dicembre 2016

Cerca nel sito del Comune di Cagliari

Indice


Breadcrumbs
Corpo della pagina
Leftbar
Articolo esploso

NOTIZIE

Il Comune di Cagliari attivo del settore dei Certificati Bianchi

Con l'ultima negoziazione incassati fino ad ora oltre 40.000 euro
Panorama Cagliari
Panorama Cagliari
I  titoli di efficienza energetica ( TEE),  chiamati anche  “certificati bianchi”  costituiscono uno dei meccanismi di incentivazione previsti  dalla normativa di settore :   questi vengono riconosciuti dal    Gestore dei Servizi Energetici (GSE) del Ministero dello Sviluppo Economico ai soggetti che attuano  interventi  significativi  nel campo del risparmio di energia e nell’impiego delle fonti rinnovabili.  Viene rilasciato un certificato  per ogni tonnellata di petrolio equivalente ( TEP) che viene risparmiata con interventi di efficientamento  energetico di edifici e impianti,  o grazie alla produzione di energia da fonti rinnovabili. Si tratta di un meccanismo complesso, regolato da criteri rigidi  di validazione dei progetti e da una borsa elettronica per lo scambio dei titoli.

Il comune di Cagliari  è   tra le pochissime amministrazioni pubbliche in Italia  accreditate  per operare direttamente   nel mercato dei titoli di efficienza energetica  tramite l’energy manager interno;  questo consente di beneficiare integralmente degli introiti legati alla loro valorizzazione  economica ,  evitandone la condivisione  con  consulenti  o società di servizi energetici ( E.S.Co.)  per attività di elaborazione dei progetti e intermediazione dei titoli. 

Nei mesi scorsi l’ufficio Politiche Energetiche del Servizio Pianificazione Strategica   aveva curato la procedura  per il riconoscimento  da parte  del   GSE  dei titoli di efficienza energetica relativi a un vasto intervento di riqualificazione  edilizia e energetica di 265 alloggi comunali, attuato  dall’amministrazione nelle palazzine del  Borgo Vecchio di S.Elia,

Era seguita l’approvazione del  GSE e l’accredito  dei titoli  corrispondenti all’entità dei risparmi energetici stimati;  con l’ultima  negoziazione dei certificati bianchi,  avvenuta  i   giorni scorsi,  l’amministrazione ha  potuto incassare fino ad ora  oltre 40.000 euro;  si prevede, al termine del periodo di validità di questo intervento,  di ricavarne   circa  130.000 euro;      si tratta di una cifra che ripaga in parte  l’investimento pubblico    e che si aggiunge ai risparmi   di cui potranno godere gli assegnatari.  I lavori  hanno infatti comportato la coibentazione delle murature esterne e dei solai,  la sostituzione dei vecchi infissi  e la realizzazione di impianti solari per la produzione di acqua calda sanitaria in sostituzione dei tradizionali boyler elettrici.

L’efficienza energetica e il ricorso alle fonti rinnovabili consentono quindi un duplice beneficio: ridurre le spese  di gestione di abitazioni e uffici comunali legati ai consumi di energia,  e recuperare una parte delle somme investite grazie agli incentivi economici previsti dal legislatore.

A seguito dell’approvazione del Piano di Azione per l’Energia Sostenibile  l’amministrazione  è  impegnata nella riduzione delle emissioni di CO2 nel territorio comunale; il recupero di risorse finanziarie  legate a meccanismi di incentivazione  ( certificati bianchi, conto energia, fotovoltaico in modalità “scambio sul posto” etc) costituiscono una delle attività connesse agli obiettivi del PAES, e  gli introiti  potranno essere reinvestiti in ulteriori  interventi di efficientamento  energetico oltre che  in campagne di sensibilizzazione della cittadinanza .
Rightbar
  • 20 maggio 2016