Salta al contenuto

Martedì 27 Settembre 2016

Cerca nel sito del Comune di Cagliari

Indice


Breadcrumbs
Corpo della pagina
Leftbar

Tributi e canoni

Contenuti principali

IMU (IUC)

Da chi é dovuta e per quali immobili
IMU - Da chi è dovuta e per quali immobili

L’imposta è dovuta dal proprietario di immobili, ovvero dal titolare del diritto reale di usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie; dal concessionario di aree demaniali e dal locatario per gli immobili concessi in locazione finanziaria.  

L’imposta ha per presupposto il possesso di immobili e non si applica al possesso dell'abitazione principale e delle pertinenze della stessa, ad eccezione di quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9.

A partire dall'anno 2015, è considerata, per legge, direttamente adibita ad abitazione principale:

a) una sola unità immobiliare ad uso abitativo posseduta, a titolo di proprietà o di usufrutto in Italia, a condizione che non risulti locata, dai cittadini italiani, non residenti nel territorio dello Stato e iscritti all'anagrafe degli italiani residenti all'estero (AIRE), già pensionati nei rispettivi paesi di residenza.


In base al Regolamento comunale è considerata direttamente adibita ad abitazione principale:


b) l'unità' immobiliare e le relative pertinenze possedute a titolo di proprieta' o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che le stessa non risultino locate.

Ai sensi dell’articolo 13, comma 2 del Decreto Legge n.201/2011, attualmente vigente, l’imposta municipale propria non si applica ex lege, altresì a:

c) unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari, ivi comprese, dall'annualità 2016, quelle destinate a studenti universitari quali soci assegnatari anche senza requisito della residenza anagrafica;
 d)  fabbricati di civile abitazione destinati ad alloggi sociali come definiti dal decreto del Ministro delle Infrastrutture 22 aprile 2008 (pubblicato in Gazzetta Ufficiale n.146 del 24 giugno 2008);
e) casa coniugale assegnata al coniuge, a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio. Il coniuge non assegnatario della casa coniugale, potrà invece beneficiare delle agevolazioni per l’abitazione principale sull’immobile eventualmente posseduto nel quale egli dimori e risieda, anche se situato nello stesso Comune della casa coniugale;
f) unico immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unita' immobiliare, posseduto, e non concesso in locazione, dal personale in servizio permanente appartenente alle Forze armate e alle Forze di polizia ad ordinamento militare e da quello dipendente delle Forze di polizia ad ordinamento civile, nonché dal personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, e, fatto salvo quanto previsto dall'articolo 28, comma 1, del decreto legislativo 19 maggio 2000, n. 139, dal personale appartenente alla carriera prefettizia, per il quale non sono richieste le condizioni della dimora abituale e della residenza anagrafica.

A decorrere dal primo gennaio 2014, sono esenti dall'IMU:
g) i fabbricati costruiti e destinati dall'impresa costruttrice alla vendita, fintanto che permanga tale destinazione e non siano in ogni caso locati.

Attenzione!

Ai fini dell'applicazione dei benefici di cui ai punti a), c), d), e), f)  e g) il contribuente deve presentare, a pena di decadenza dal beneficio, la Dichiarazione IMU - modello ministeriale, entro il termine ordinario per la presentazione delle dichiarazioni di variazione relative all'IMU (30 giugno dell'anno successivo), con la quale attesta il possesso dei requisti e indica gli identificativi catastali degli immobili a cui il beneficio si applica.

Per l'applicazione dei benefici previsti dal Regolamento comunale - punto b) il contribuente deve presentare, a pena di decadenza dal beneficio, la Comunicazione IMU - modello comunale per le agevolazioni, entro il termine ordinario per la presentazione delle dichiarazioni di variazione relative all'IMU (30 giugno dell'anno successivo), con la quale attesta il possesso dei requisti e indica gli identificativi catastali degli immobili a cui il beneficio si applica.

Rightbar