Salta al contenuto

Mercoledì 20 Settembre 2017

Cerca nel sito del Comune di Cagliari

Indice


Breadcrumbs
Corpo della pagina
Leftbar
Articolo esploso

NOTIZIE

Dal 16 al 22 settembre spazio alla Settimana Europea della Mobilità

Tutte le iniziative saranno collegate ad un modo di muoversi pulito, condiviso e intelligente. Consegnate dal Sindaco Metropolitano Massimo Zedda ai diciassette comuni, quattrocento biciclette per i dipendenti

VID200713


Incontri, seminari, convegni per un totale di oltre cinquanta iniziative che i diciassette comuni della Città Metropolitana di Cagliari hanno organizzato per aderire alla Settimana Europea della Mobilità Sostenibile che si terrà dal 16 al 22 settembre.

L'obiettivo di quest'anno è quello di sviluppare il tema della mobilità pulita, condivisa e intelligente e le diciassette comunità dell'Area Metropolitana si sono messe subito al lavoro per dare, ciascuna con le proprie peculiarità, un contributo.

I dettagli delle varie iniziative, sono stati illustrati in conferenza stampa, questa mattina nel Palazzo Regio, da Massimo Zedda che, nella sua veste di Sindaco Metropolitano, ha accolto gli altri sedici colleghi sindaci oltre ai co-protagonisti dell'iniziativa.

Presenti, infatti, oltre ai primi cittadini (o i loro delegati) di Assemini, Capoterra, Decimomannu, Elmas, Maracalagonis, Monserrato, Pula, Quartucciu, Quartu Sant'Elena, Sarroch, Selargius, Sestu, Settimo San Pietro, Sinnai, Uta e Villa San Pietro, il presidente di CTM S.p.A., Roberto Murru, il professor Italo Meloni in rappresentanza dell'Università di Cagliari, Alessandro Boccone dell'ARST e i delegati della Regione Sardegna.

“E' stata un'iniziativa che si è sviluppata con il coinvolgimento e il coordinamento di tutti e diciassette i comuni” ha spiegato Massimo Zedda. “Ci saranno degli eventi organizzati sul tema ma anche delle attività perché ci possa essere un confronto tra i cittadini e soprattutto una opportunità di riflessione sulle buone pratiche di altri Paesi da imitare. La mobilità, se organizzata in modo corretto, ha tanti benefici non solo dal punto di vista economico ma anche da quello del benessere psicofisico ed è per questo che dobbiamo attivarci non per eliminare le auto, ma per far sì che si prediligano mezzi alternativi per spostarsi”

A scendere nei particolari del programma è stato il Consigliere Metropolitano Fabrizio Marcello che, grazie alla sua delega per la mobilità, è stato uno dei principali promotori dell'iniziativa. “Il sistema della mobilità – ha spiegato Marcello – rappresenta il futuro. Non siamo contrari alle auto, ma vogliamo trovare un sistema alternativo incentrato soprattutto sul trasporto pubblico che ci permetterebbe, oltre ad una migliore circolazione, anche di limitare il livello di CO2 nell'aria. Stiamo lavorando su azioni coordinate su questo tema per dare servizi che pur apparendo come sacrifici, daranno parecchi benefici soprattutto in tema sanitario”.

E per rendere ancora più tangibile ogni discorso sulla mobilità alternativa, il Sindaco Massimo Zedda ha assegnato quattrocento bici, acquistate nel 2012 dall'allora Provincia di Cagliari proprio sulla base di un Accordo di Programma legato alla mobilità ciclabile, ai diciassette comuni della Città Metropolitana (in proporzione al numero dei loro dipendenti), in modo che chi lavori nelle amministrazioni cittadine possa dare il buon esempio recandosi in servizio con il mezzo ottenuto in comodato d'uso gratuito.
Rightbar
  • 08 settembre 2017