Salta al contenuto

Martedì 28 Marzo 2017

Cerca nel sito del Comune di Cagliari

Indice


Breadcrumbs
Corpo della pagina
Leftbar
Articolo esploso

NOTIZIE

#IES: Io, l'Europa e lo Sport: il miglior spot è degli studenti dell'I.I.S. Bacaredda-Atzeni

In 24 voleranno a Strasburgo per essere ospiti d’onore del Parlamento Europeo nella giornata “Euroscola 2017” del prossimo 30 marzo.

VID178403

Si conferma e si rafforza il legame tra la città, la cultura, lo sport e l'Unione Europea. Oltre alla investitura di Cagliari come Città europea dello sport 2017, dodici studenti dell'Istituto Bacaredda hanno vinto il concorso “#IES: Io, l’Europa e lo Sport”, lanciato dal Parlamento europeo a tutte le scuole superiori d'Italia per realizzare un breve video attinente agli argomenti del titolo.

In meno di dieci giorni, a cavallo delle vacanze natalizie, Maria Ida Pili, Clara Corona, Michelle Verdoliva, Adnana Dana Trusca, Lucrezia Pinna, Nicole Melis, Matteo Vaccargiu, Giovanni Anedda, Simone Perra, Mattia Fadda, Giovanni Fadda ed Edoardo Stara, sono stati capaci di confezionare un inedito spot di appena un minuto e trenta, che ha sbaragliato le scuole di altre quattro città conquistando una giuria internazionale. E sulla base della creatività, dell’innovazione e dell’emozione trasmessa, ai 12 del Bacaredda di Cagliari e dell'Atzeni di Capoterra gli è valso un viaggio premio a Strasburgo.

La partenza è prevista per la fine di marzo. Il 30, a pochi giorni di distanza dal 60° anniversario dalla firma dei Trattati di Roma del 1957 che sancì di fatto la nascita dell’UE, i giovanissimi filmmakers del cagliaritano ed i loro compagni, in tutto 24, dovranno infatti immancabilmente trovarsi nella Capitale politica d'Europa. Nella città della Francia orientale, al confine con la Germania sulla riva sinistra del Reno, parteciperanno al programma “Euroscola 2017”, che consiste, tra l'altro, nella simulazione di una seduta plenaria del Parlamento europeo con altri studenti provenienti da tutti i 27 paesi UE.

“Il video entra a pieno titolo nella programmazione di Città europea dello sport 2017 in quanto prevede non soltanto iniziative agonistico-sportive, ma anche il coinvolgimento dei cittadini e scuole con seminari, dibattiti e incontri culturali per ragionare sull'importanza dei valori dello sport e dell'attività sportiva in generale”, ha detto stamattina l'assessore Yuri Marcialis, titolare della Pubblica istruzione, Sport e Politiche giovanili dell'Amministrazione comunale di Cagliari durante un incontro con la stampa dai suoi uffici al civico 4 di viale San Vincenzo. Quindi “il lavoro fatto dai ragazzi dell'I.I.S. Bacaredda-Atzeni rappresenta un'occasione importante perché mostrerà la città all'Europa ed ai suoi giovani, con lo sguardo puntato alla sua vocazione sportiva, ma anche climatica e ambientale, ulteriormente arricchita dai recenti interventi di riqualificazione come quello realizzato sul lungomare Poetto”.

Assieme ad una delegazione degli studenti vincitori e ad Elisabeth Piras Trombi Abibatuuna, uno dei docenti che gli ha affiancati, nella doppia veste di dirigente scolastico e appassionato sostenitore, a dare l'annuncio della vittoria dei 12 del Bacaredda – Atzeni è stato però Pier Paolo Porcu. “Sono fiero dei ragazzi e della consapevolezza e responsabilità che hanno dimostrato fin dall'inizio, sapendo che il loro lavoro avrebbe potuto rappresentare l'Italia intera e la città di Cagliari all'Europa”, ha spiegato Porcu, che concludendo ha sottolineato la bontà dell'iniziativa promossa dal Parlamento europeo per “coniugare i valori della collaborazione, della solidarietà e dell'amicizia tra le persone, con quelli altrettanto solidi che trasmette lo sport”.
Rightbar
  • 16 marzo 2017