Salta al contenuto

Venerdì 22 Settembre 2017

Cerca nel sito del Comune di Cagliari

Indice


Breadcrumbs
Corpo della pagina
Leftbar
Articolo esploso

NOTIZIE

Presentato il libro “Soffri ma sogni. La disfida di Pietro Mennea da Barletta”

Al Search di Cagliari assieme all'autore Stefano Savella anche l'assessore alla Pubblica istruzione, Sport e Politiche giovanili Yuri Marcialis.
palazzo Civico
palazzo Civico
Un appuntamento importante ha caratterizzato la mattinata di oggi, martedì 12 settembre, al Palazzo Civico di via Roma a Cagliari, dove, nella Sede Espositiva dell’Archivio Storico (Search), si è tenuta la  presentazione del libro “Soffri ma sogni”di Stefano Savella.

A fare gli onori di casa l’assessore Yuri Marcialis: “il libro è interessante e di facile lettura. Descrive in modo puntuale una delle icone sportive italiane nel mondo: Pietro Mennea, la “Freccia del Sud”. L'autore alterna i capitoli descittivi alle imprese sportive del grande atleta con quelli riguardanti la vita quotidiana. Si parla dello storico record del mondo, a Città del messico, laddove 11 anni prima Tommy Smith sul gradino più alto del podio olimpico alzava il pugno guantato di nero contro le discriminazioni razziali”.

“Ma oltre al resoconto di quei 19”72, si possono leggere aneddoti su molte altre gare. Il rapporto col suo primo insegnante e quello con il suo allenatore Carlo Vittori, il suo interesse per le grandi questioni internazionali. Sono gli anni delle Olimpiadi di Montreal e di Mosca, anni difficili all'estero quanto in Italia. Ciò lo porterà sino all'impegno politico diretto con le elezioni europee del 1999 nelle liste dei Democratici”.

“Insomma – ha concluso Marcialis – un atleta e un uomo consapevolmente impegnato anche dal punto di vista sociale tanto che quando Muhammad Alì incontrandolo rimase sorpreso del fatto che l'uomo più veloce del mondo fosse bianco, Mennea gli rispose: dentro di me sono più nero di te”.

Si capisce allora perchè la pubblicazione porta la scritta “La disfida di Pietro Mennea da Barletta”. Non poteva non essere così. E quando il campionissimo diceva “La fatica non è mai sprecata. Soffri, ma sogni” esprimeva, e lo fa tutt'ora, lo spirito di sacrificio che ha caratterizzato tutta la sua vita. A testimoniarlo ci sono le sue quattro lauree, i saggi, l’impegno costante nella lotta al doping e per lo sviluppo della propria terra. Fin'anche alla diffesa nel 2010, come avvocato, a tre anni dalla sua scomparsa (nel 2013 all'età di 60 anni) di alcuni risparmiatori italiani finiti nel crac delle banche americane del 2008.

“C’è una ragione per ognuna delle vite di Pietro Mennea per cui ho scritto questo libro”, ha scandito Stefano Savella. E se a ciò si aggiunge che anche lui è nato nella città pugliese di Barletta, “raccontare il Mennea sportivo e quello “più nascosto” è stato un passaggio naturale”.

L’opera è stata selezionata per il bando Live nazionali e internazionali del progetto “Sillumina - copia privata per i giovani, per la cultura” della SIAE (Società Italiana Autori ed Editori) che prevede l'organizzazione di un ciclo di incontri all'interno dei centri sportivi italiani e delle sedi di atletica del CONI in 20 città italiane.
Rightbar
  • 12 settembre 2017