Salta al contenuto

Mercoledì 28 Settembre 2016

Cerca nel sito del Comune di Cagliari

Indice


Breadcrumbs
Corpo della pagina
Leftbar
Articolo esploso

NOTIZIE

Siglato l'accordo ITI Is Mirrionis

Il Sindaco Massimo Zedda e il vice presidente della Regione Raffaele Paci ospiti della “Ciusa”.

VID140589


Un intervento importante di riqualificazione che, sfruttando i quindici milioni di euro messi a disposizione dalla Regione Sardegna, permetterà al quartiere di Is Mirrionis di essere rivitalizzato dal punto di vista del recupero urbano e sociale.

“Non dobbiamo pensare ad un quartiere periferico della città ma ad uno dei più importanti del capoluogo perché Cagliari, a parte il centro storico, vive di aspetti importanti su tutto il suo territorio”. Queste le parole con le quali il Sindaco Massimo Zedda ha siglato l'accordo ITI (Intervento Territoriale Integrato) per il quartiere di Is Mirrionis ma che coinvolgerà anche una parte di San Michele visto che l'area interessata sarà quella che va dal Colle di San Michele a Monte Claro.

Una parte vitale per la città che ora potrà contare sulle attenzioni della Regione, visto che il progetto è stato sottoscritto non solo dal Comune ma anche dall'Amministrazione Regionale. Per la firma è stato delegato il Vice Presidente Raffaele Paci che, in linea con il pensiero del primo cittadino, ha voluto scegliere di firmare il documento direttamente sul posto. “La scelta di venire all'istituto comprensivo che ci ospita, non è stata certo casuale. Avremmo potuto siglare l'accordo in uno dei qualsiasi uffici della Regione o del Comune e invece siamo voluti venire sul posto per confermare l'interesse e l'attenzione delle due amministrazioni al quartiere”.

Presenti, oltre alla dirigente scolastica Giuseppina Miceli che ha fatto gli onori di casa, anche gli Assessori Comunali Barbara Cadeddu, Luigi Minerba e Luisa Anna Marras che sono stati tra i protagonisti del progetto, così come l'Assessore Regionale al Lavoro, Virginia Mura.

L'intento è quello di far sì che il quartiere non venga più considerato “periferia” ma che possa, grazie a questo intervento, ritrovare la sua identità nel contesto cittadino. Identità messa in crisi dal degrado urbano e dal disagio economico che negli ultimi anni ha coinvolto diverse zone della città.

Al termine dell'incontro, la mattina è stata rallegrata dalle note di alcuni studenti della scuola media “Mameli” che si sono esibiti in alcuni brani classici.
Rightbar
  • 31 maggio 2016