Salta al contenuto

Lunedì 25 Settembre 2017

Cerca nel sito del Comune di Cagliari

Indice


Breadcrumbs
Corpo della pagina
Leftbar
Contenuti principali

PIANI EDILIZIA ECONOMICA POPOLARE

Il Comune di Cagliari ha approvato, a partire dagli anni '70 del secolo scorso, ai sensi dell'art. 35 della legge 865/71, i Piani di zona per l'Edilizia Economica e Popolare (PEEP) ex L. 167/1962 in vari quartieri della città, stipulando, nell'ambito degli stessi Piani, le relative convenzioni per la cessione del diritto di superficie o di proprietà delle stesse aree.
  • Trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà
    L'art. 31 della L. 448/1998 prevede, per i proprietari di alloggi realizzati su aree PEEP cedute in diritto di superficie, la possibilità di procedere all'acquisizione in proprietà delle medesime aree.
    Il Comune di Cagliari intende procedere gradualmente alla proposta, con conseguente stipula di apposite convenzioni,  per la cessione in proprietà delle aree incluse nei PEEP per le quali la suddetta  trasformazione non sia già avvenuta, con versamento da parte dei proprietari degli alloggi, del corrispettivo previsto  dal comma 48 della sopra citata legge 448/98..
    Il Comune  intende altresì procedere alla trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà anche su istanza del singolo proprietario dell'alloggio, con versamento da parte di quest'ultimo del corrispettivo previsto  dal comma 48 e stipula di apposita convenzione. L'istanza, in bollo, dovrà essere presentata al Servizio Tributi e Patrimonio del Comune di Cagliari, preferibilmente utilizzando la modulistica pubblicata nella presente area tematica, contestualmente all'attestazione di versamento delle spese di istruttoria.
  • Vincoli

    Per espressa previsione di legge, dalle convenzioni PEEP stipulate ai sensi della L. 865/71 scaturisce un vincolo relativo alla determinazione del prezzo di cessione e del canone di locazione degli alloggi, che pertanto possono essere immessi nel mercato solo a determinate condizioni.

    La rimozione del vincolo ai fini della alienazione degli alloggi nel libero mercato è oggi consentita nel rispetto della L. 448/1998 in base all'art. 31 comma 49-bis, come introdotto dal D.L. 70/2011 convertito in L. 106/2011.

    La rimozione dei vincoli avviene su specifica istanza del proprietario, da presentare al Servizio Tributi e Patrimonio del Comune secondo la modulistica pubblicata nella presente area tematica, contestualmente all'attestazione di versamento delle spese di istruttoria.

    Vanno specificate le seguenti distinzioni.
    - Convenzioni PEEP in diritto di superficie - Per tali convenzioni, il vincolo sul prezzo massimo di cessione e quello sul canone massimo di locazione sussiste a prescindere dalla data di stipula della convenzione. Per la rimozione dei vincoli è pertanto necessaria la stipula della convenzione di cui all'art. 31 comma 49 bis della L. 448/1998.
    - Convenzioni PEEP in proprietà (stipulate dal 01/01/1997) - anche per tali convenzioni sussiste il vincolo sul prezzo massimo di cessione e quello sul canone massimo di locazione. Dalla lettura combinata dei commi 49-bis e 49-ter dell'art. 31 della L. 448/1998 risulta applicabile la procedura di rimozione dei vincoli sul prezzo massimo di cessione e sul canone massimo di locazione anche per queste convenzioni.
    - Convenzioni PEEP in proprietà (stipulate sino al 31/12/1996) - In considerazione dell'avvicendarsi delle norme di riferimento nel tempo, le convenzioni sottoscritte sino al 31/12/1996 per la cessione in diritto di proprietà delle aree PEEP, salvo diversa determinazione a contenuto pattizio, non sono gravate dal vincolo del prezzo massimo di cessione e dal canone massimo di locazione. Per tali convenzioni non è pertanto necessaria alcuna convenzione per la rimozione dei vincoli.

  • Procedura trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà e per la rimozione dei vincoli (anche contestuali)
    L' istanza deve essere presentata dal proprietario al Servizio Tributi e Patrimonio del Comune di Cagliari, secondo la modulistica pubblicata nella presente area tematica, contestualmente all'attestazione di versamento delle spese di istruttoria.

    Per i dettagli si rimanda alla deliberazione del Consiglio Comunale n. 119 del 06/12/2016
Rightbar