Salta al contenuto

Sabato 01 Ottobre 2016

Cerca nel sito del Comune di Cagliari

Indice


Breadcrumbs
Corpo della pagina
Leftbar
Contenuti principali

DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI

URP

Come si esercita il diritto di accesso

E’ necessario presentare una richiesta di accesso con l’indicazione specifica degli atti oggetto della stessa con una delle seguenti modalità:

  • di persona, recandosi presso l’ufficio che detiene l’atto o presso l’URP ufficio relazioni con il pubblico in via Nazario Sauro, 19 - piano terra negli orari di apertura al pubblico;
  • online, compilando il modulo di accesso agli atti predisposto per i cittadini registrati.  Per usufruire del servizio è necessario essere un utente registrato e accedere all'area dei servizi riservati.  Se ancora non ci si è registrati occorre compilare la richiesta di iscrizione, accessibile mediante la pagina di Registrazione.
  • inviando il modulo compilato alla casella di posta elettronica certificata protocollogenerale@comune.cagliari.legalmail.it        con allegata la scansione di eventuali deleghe di rappresentanza;
  • alla casella di posta elettronica urp@comune.cagliari.it  con allegata la fotocopia del documento di identità e le eventuali deleghe di rappresentanza;
  • posta ordinaria al seguente indirizzo: comune di Cagliari - via Roma, 145 - 09124 Cagliari con allegata la fotocopia del documento di identità e le eventuali deleghe di rappresentanza.
  • fax ufficio relazioni con il pubblico al seguente numero 070 6777263 con allegata la fotocopia del documento di identità e le eventuali deleghe di rappresentanza.

      

Nella domanda è necessario indicare tutti i dati del richiedente e i documenti a cui si desidera accedere in modo che siano chiaramente identificabili ( esempio: numero e data delle delibere, numero di protocollo delle pratiche etc.)

La richiesta di accesso deve essere motivata. La motivazione non è richiesta per tutti i documenti, gli atti e le informazioni,  espressamente indicati nel decreto legislativo 33/2013: si tratta di una vastissima gamma di informazioni che attengono all’intero patrimonio informativo delle pubbliche amministrazioni (specificati nei capi II, III, IV e V del medesimo decreto) e che devono essere contenuti all’interno della sezione “Amministrazione Trasparente” del portale istituzionale.

Quale può essere l’esito della domanda di accesso e quali sono i tempi

Sulla domanda di accesso deciderà il dirigente o il responsabile dell’accesso competente a creare o a detenere gli atti richiesti.

L’accesso può essere:

  • accolto: la domanda è completa e fondata (esiste un interesse tutelato dall’ordinamento e collegato ai documenti di cui si richiede visione o copia) e i documenti vengono messi a disposizione del richiedente;
  • limitato: la domanda è completa e fondata ma per esigenze di riservatezza o per altre ragioni previste dalla legge, possono essere messi a disposizione solo una parte dei documenti;
  • differito: la domanda è completa e fondata, ma non può essere accolta immediatamente ma solo in un secondo momento;
  • rifiutato: la domanda non può essere accolta.

La limitazione, il differimento e il rifiuto devono essere motivati e sono ammessi solo in alcuni casi, stabiliti dall’articolo 24 della legge n. 241/1990

Il responsabile del diritto di accesso ha trenta giorni dalla data di presentazione della domanda, attestata dal protocollo generale, per decidere. Decorso tale termine, la richiesta deve considerarsi respinta.

Contro le decisioni che negano il diritto di accesso o nel caso di diniego implicito per decorrenza del termine di 30 giorni,  senza avere ricevuto risposta o nel caso di differimento,  è possibile fare ricorso al TAR


Costi dell’accesso

Il rilascio di copie è subordinato al pagamento dei costi di riproduzione.

La delibera della giunta n. 330 del 23 dicembre 2010 stabilisce il corrispettivo da richiedere, a titolo di rimborso, per le spese di riproduzione dei documenti, diritti di ricerca e di visura:

  • euro 0,26 ogni due facciate del documento riprodotto
  • euro 7,35 per il rilascio del documento su CD o DVD.

Il pagamento del corrispettivo dovuto potrà essere effettuato con le seguenti modalità:

  • in contanti mediante applicazione delle marche segnatasse
  • conto corrente postale numero: 213090 intestato a comune di Cagliari causale di versamento: recupero spese di riproduzione di copie e diritti di ricerca e visura
  • bonifico bancario IBAN IT82Y0101504800000070188729 intestato a comune di Cagliari causale versamento: recupero spese di riproduzione di copie e diritti di ricerca e visura.

Nel caso di richiesta di accesso ai documenti amministrativi in copia conforme, sono soggetti all'imposta di bollo sia la richiesta sia i documenti. Per le copie conformi all’originale è necessario apporre una marca da bollo da euro 16,00 sulla richiesta.

Rightbar