Salta al contenuto

Domenica 19 Febbraio 2017

Cerca nel sito del Comune di Cagliari

Indice


Breadcrumbs
Corpo della pagina
Leftbar
Articolo esploso

NOTIZIE

Cagliari partecipa alla Giornata internazionale contro la violenza sulle donne

Fino a domenica 27 novembre tante le iniziative in programma.

VID163830

Federica Lai


Agenda fitta di appuntamenti per Cagliari in occasione della manifestazione “La cultura del rispetto” che ha preso il via venerdì 18 e si snoderà per i giorni successivi (fino a domenica 27) con  mostre, convegni, corsi di autodifesa, il tutto finalizzato a sensibilizzare l'opinione pubblica in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, in programma il 25 novembre.

L'amministrazione comunale ha deciso di prendere parte all'iniziativa dando pieno appoggio alle associazioni che hanno organizzato i vari appuntamenti e distribuendo i fiocchi rossi venerdì 25, presso palazzo Baccaredda e nella municipalità di Pirri.

“Lo scopo è uscire dall'omertà che circonda la violenza, non solo quella sulle donne, ma qualsiasi tipo” ha dichiarato l'assessore alle Pari Opportunità Marzia Cilloccu. ”Sono episodi - ha proseguito la Cilloccu - che portano con se inciviltà e ignoranza, che dobbiamo combattere partendo dalle famiglie e dalle scuole”. Infine l'assessore ha ricordato la presenza sul territorio di diversi centri anti-violenza a cui rivolgersi in maniera del tutto anonima, che possono dare sia un aiuto legale sia psicologico.

I dettagli delle varie iniziative, sono stati illustrati questa mattina in una conferenza stampa che si è tenuta nella sala del Retablo del Palazzo Civico di via Roma. All'incontro con la stampa hanno preso parte anche i rappresentati delle associazioni che hanno aderito all'iniziativa. Sono stati presetati i vari appuntamenti che coinvolgeranno i cittadini per tutta la prossima settimana. Si passerà dallo yoga con il suo messaggio di pace e rispetto ai corsi di autodifesa, ma non mancheranno altri appuntamenti di tutto interesse come le mostre fotografiche, i convegni, le presentazioni di libri sulle esperienze delle vittime e gli spettacoli teatrali. Verranno coinvolti anche i ragazzi delle scuole, che in piazza Ravot, venerdì 25 dalle 9 alle 13, stenderanno dei fogli bianchi, sui quali chiunque voglia potrà esprimere il suo pensiero sulla violenza.
Rightbar
  • 18 novembre 2016