Salta al contenuto

Lunedì 25 Settembre 2017

Cerca nel sito del Comune di Cagliari

Indice


Breadcrumbs
Corpo della pagina

Definito dalla Giunta il piano delle assunzioni per il 2017

Previsti 42 nuovi profili, 34 dei quali a tempo indeterminato
Leftbar utility
  • 11 aprile 2017
Corpo
Il Palazzo Civico
Il Palazzo Civico

Approvato dalla Giunta il piano annuale di assunzioni per il 2017: nella delibera presentata dall'assessore al Personale Danilo Fadda sono individuati i 42 profili professionali necessari per l'anno in corso.

«Prosegue l’iter sulle nuove assunzioni in Comune che ha avuto inizio lo scorso 10 marzo con l’approvazione del piano triennale da parte della giunta comunale», spiega l’assessore Fadda: «Subito dopo l’approvazione del bilancio procederemo con l’attivazione delle procedure di mobilità, così come richiesto dalla legge, e successivamente con l’indizione dei concorsi».

Le assunzioni riguarderanno 34 profili a tempo indeterminato e precisamente: tre funzionari di categoria D3 (1 geologo, 1 ingegnere idraulico e 1 funzionario tecnico), cinque istruttori direttivi di categoria D1 (1 istruttore direttivo socio-educativo; 2 istruttori direttivi amministrativi e 2 istruttori direttivi  di ragioneria), 26 istruttori di categoria C (10 agenti di Polizia Municipale; 12 istruttori amministrativi contabili; 2 geometri o periti edile e 2 istruttori informatici).

A queste si aggiungono 8 assunzioni a tempo determinato per un periodo di 6 mesi per agenti di Polizia Municipale di categoria C.

«L’individuazione dei profili è avvenuta dopo una attenta analisi dei settori più in difficoltà a causa della carenza di personale», sottolinea l’assessore, «e tenendo presenti anche le richieste e le osservazioni delle organizzazioni sindacali. È doveroso sottolineare che le assunzioni previste nel 2017 e nel prossimo triennio non saranno comunque sufficienti a coprire per intero il fabbisogno di personale del nostro Comune: l’auspicio è quindi che le rivendicazioni che tutte le amministrazioni comunali stanno portando avanti presso il governo nazionale, finalizzate allo sblocco dei limiti del turn-over, trovino una risposta che ci consenta di compensare i numerosi pensionamenti degli ultimi anni e di  offrire ai nostri concittadini servizi sempre più efficienti”.