Salta al contenuto

Domenica 24 Settembre 2017

Cerca nel sito del Comune di Cagliari

Indice


Breadcrumbs
Corpo della pagina
Leftbar
Articolo esploso

NOTIZIE

Presto a Cagliari la nuova rete internet ultraveloce

Entro luglio 2017, il 50% delle abitazioni potrà disporre di una velocità di connessione dieci volte superiore a quella attuale.

VID160593

Entro luglio 2017 il 50% delle abitazione di Cagliari potrà disporre di una velocità di connessione dieci volete superiore a quella attuale. L'annuncio è arrivato direttamente dal sindaco Massimo Zedda che stamattina ha presentato a Palazzo Bacaredda il progetto “Fiber to the Home”, in grado di supportare velocità di trasmissione di 1Gbps sia in modalità download che in upload. Con lui l'amministratore delegato di Enel Open Fiber (EOF) Tommaso Pompei, l'assessore Luisa Anna Marras, l'assessore Claudia Medda e il presidente della Commissione Patrimonio Fabrizio Salvatore Marcello.

Cagliari sarà tra le prime città in Italia a disporre, secondo il piano del Governo, della nuova rete internet ultraveloce. La trasmissione e ricezione di dati informativi, inviati e ricevuti simultaneamente, sarà enormemente superiore rispetto ad oggi, “fino a 1Gbp per secondo”, ha precisato Tommaso Pompei. Ciò vuol dire, per esempio, che si potranno scaricare film in oltre la metà del tempo e che ci si potrà collegare alla “rete” con diversi dispositivi, contemporaneamente e senza incidere sulla qualità della connessione.

Al di là degli aspetti tecnici dell'innovazione, la nuova “autostrada digitale”, consentirà al progetto di città intelligente, “smart city”, di fare un bel balzo in avanti. “Cagliari è già la prima città smart del Sud Italia e ai primi posti nella classifica a livello nazionale per la presenza di start up d'impresa”, ha ricordato il sindaco, “ma con la nuova banda ultra larga sarà ulteriormente migliorata l’attrattività del territorio”.

Con l'ultravelocità sarà infatti semplificato il lavoro delle imprese, aumenterà il livello di interazione dei cittadini con le istituzioni e la nascita di nuove opportunità di lavoro, perché permetterà anche alle imprese più delocalizzate di essere competitive. In quest'ottica, EOF ha stipulato separatamente partnership con diversi operatori nazionali, tra i quali rientra anche quello odierno con Tiscali.

“L'Amministrazione comunale ha approvato la convenzione con EOF lo scorso mese di settembre”, ha precisato Luisa Anna Marras, “il chè consentirà di accelerare la realizzazione della nuova rete, ma anche la sua futura manutenzione”. Per l'istallazione della fibra verranno prevalentemente utilizzati i sottoservizi e cavidotti esistenti in modo da consentire importanti risparmi economici e riduzione del consumo di suolo. Dove non sarà possibile, saranno invece realizzati microcantieri. L'investimento previsto ammonta a 20 milioni di euro.
Rightbar
  • 24 ottobre 2016