Salta al contenuto

Mercoledì 28 Settembre 2016

Cerca nel sito del Comune di Cagliari

Indice


Breadcrumbs
Corpo della pagina
Leftbar
Contenuti principali

NORMATIVA DI SETTORE

Comunitaria
Normativa comunitaria
DIRETTIVE  ATTI   DI LIVELLO EUROPEO

Direttiva 2012/27/Ue (25 ottobre 2012)  sull'efficienza energetica, che modifica le direttive 2009/125/CE e 2010/30/UE e abroga le direttive 2004/8/CE e 2006/32/CE.

La direttiva si propone di  stabilire un quadro comune di misure per il raggiungimento dell’obbiettivo “20-20-20” ( 20% di incremento dell’efficienza energetica, 20% di riduzione delle emissioni di gas serra, 20% di aumento delle produzione di energia da fonte rinnovabile), entro il 2020.  La Direttiva impone che ogni anno a partire dal 1° gennaio 2014 il 3% della superficie utile degli edifici riscaldati e/o raffreddati, con superficie coperta utile superiore a 500 m², di proprietà delle amministrazioni pubbliche centrali  sia assoggettata a ristrutturazione energetica con il  rispetto dei requisiti minimi di prestazione energetica stabiliti dall’art. 4 della Direttiva 2010/31/Ue. A partire dal 9 luglio 2015 tale soglia è abbassata a 250 m². Si introduce l’obbligo di audit energetico da effettuarsi ogni quattro anni nelle grandi imprese. Gli audit dovranno iniziare entro dicembre 2015 ed essere svolti da esperti accreditati e indipendenti.


Direttiva 2010/31/UE (19/05/2010)  sulla prestazione energetica negli edifici
Abroga la Direttiva 2002/91/CE e promuove il miglioramento delle prestazioni energetiche degli edifici all’interno dell’Unione è recepita in Italia dal Dl 63/2013 (in vigore dal 06/06/2013)
Stabilisce che a partire dal 31/12/2020 tutti gli edifici di nuova costruzione dovranno essere ad “energia quasi zero“ Tale deadline viene anticipata al 31/12/2018 per i soli edifici di nuova costruzione occupati da enti pubblici o di proprietà di quest’ultimi. Viene inoltre introdotto l’attestato di prestazione energetica (APE) in sostituzione dell’attestato di certificazione energetica (ACE) contenuto nella Direttiva 2002/91/CE.

Direttiva 2009/31/CE (23 aprile 2009)  relativa allo stoccaggio geologico di biossido di carbonio e recante modifica della direttiva 85/337/CEE del Consiglio, delle direttive del Parlamento europeo e del Consiglio 2000/60/CE, 2001/80/CE, 2004/35/CE, 2006/12/CE, 2008/1/CE e del regolamento (CE) n. 1013/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio

Decisione n. 406/2009/CE (23 aprile 2009) concernente gli sforzi degli Stati membri per ridurre le emissioni dei gas a effetto serra al fine di adempiere agli impegni della Comunità in materia di riduzione delle emissioni di gas a effetto serra entro il 2020


Direttiva 2009/30/CE (23 aprile 2009) che modifica la direttiva 98/70/CE per quanto riguarda le specifiche relative a benzina, combustibile diesel e gasolio ; prevede l’introduzione di un meccanismo inteso a controllare e ridurre le emissioni di gas a effetto serra; modifica la direttiva 1999/32/CE del Consiglio per quanto concerne le specifiche relative al combustibile utilizzato dalle navi adibite alla navigazione interna e abroga la direttiva 93/12/CEE

Direttiva 2009/29/CE (23 aprile 2009) modifica la direttiva 2003/87/CE al fine di perfezionare ed estendere il sistema comunitario per lo scambio di quote di emissione di gas a effetto serra

Direttiva 2009/28/CE (23 aprile 2009) sulla promozione dell’uso dell’energia da fonti rinnovabili, recante modifica e successiva abrogazione delle direttive 2001/77/CE e 2003/30/CE
Stabilisce un quadro comune per la promozione dell’energia da fonti rinnovabili e fissa obiettivi nazionali obbligatori per la quota complessiva di energia da fonti rinnovabili sul consumo finale lordo di energia.


Direttiva 2006/32/CE(5 aprile 2006) concernente l’efficienza degli usi finali dell’energia e i servizi energetici e recante l’abrogazione della direttiva 93/76/CE del consiglio
Direttiva sull’efficienza energetica degli usi finali dell’energia e sui servizi energetici. Abroga la precedente direttiva 93/76/CE del 1993 ed indirizza gli Stati membri a fornire obiettivi indicativi (9% di risparmio energetico al 2015).  E’ recepita dal D.Lgs 115/2008

Direttiva 2005/32/CE (6 luglio 2005) relativa all'istituzione di un quadro per l'elaborazione di specifiche per la progettazione ecocompatibile dei prodotti che consumano energia e recante modifica della direttiva 92/42/CEE del Consiglio e delle direttive 96/57/CE e 2000/55/CE del Parlamento europeo e del Consiglio

Direttiva 2003/87/CE (13 ottobre 2003) che istituisce un sistema per lo scambio di quote di emissioni dei gas a effetto serra nella comunità e  modifica la direttiva 96/61/CE del consiglio
E’ modificata dalle direttive 2004/101/CE, 2008/1/CE, 2008/101/CE, 2009/29/CE e dal Regolamento 219/2009/CE);

Direttiva 2003/54/CE (26 giugno 2003) che istituisce norme comuni per il mercato interno dell'energia elettrica e abroga la direttiva 96/92/CE
La direttiva stabilisce norme comuni relative alla produzione, il trasporto e la distribuzione dell'energia elettrica. Essa definisce le modalità per l'organizzazione ed il funzionamento del settore dell'energia elettrica, l'accesso al mercato, i criteri e le procedure applicabili per quanto riguarda i bandi di gara e le autorizzazioni, nonché l'esercizio delle reti (abroga la Direttiva 1996/92/CE)

Direttiva 2002/91/CE (16 dicembre 2002) sul rendimento energetico nell’edilizia
Attualmente abrogata dalla Direttiva 31/2010/CE) e recepita in Italia da:
- Dlgs 192/2005 (in vigore dal 15/10/2005)
- Dlgs 311/2006 (in vigore dal 15/02/2007) che integra il precedente.
Rightbar