Salta al contenuto

Martedì 27 Settembre 2016

Cerca nel sito del Comune di Cagliari

Indice


Breadcrumbs
Corpo della pagina
Leftbar

Tributi e canoni

Contenuti principali

TARI (IUC)

Dichiarazioni

Sono valide le dichiarazioni TARSU già presentate e registrate nella banca dati comunale, in quanto compatibili.

I soggetti passivi del Tributo DEVONO dichiarare ogni circostanza rilevante per l'applicazione del Tributo ed in particolare:
- l’inizio, la variazione o la cessazione dell’utenza;
- la sussistenza delle condizioni per ottenere eventuali agevolazioni o riduzioni;
- il modificarsi o il venir meno delle condizioni per beneficiare di eventuali agevolazioni o riduzioni.

La dichiarazione DEVE essere presentata entro il 30 giugno dell'anno successivo al verificarsi del fatto che ne determina l’obbligo, utilizzando gli appositi moduli messi gratuitamente a disposizione degli interessati.

La dichiarazione ha effetto anche per gli anni successivi qualora non si verifichino modificazioni dei dati dichiarati da cui consegua un diverso ammontare del tributo.
In caso contrario la dichiarazione di variazione va presentata entro il 30 giugno dell'anno successivo al verificarsi della variazione stessa.
Nel caso di pluralità di immobili posseduti, occupati o detenuti, la dichiarazione deve riguardare solo quelli per i quali si è verificato l’obbligo dichiarativo.

La dichiarazione DEVE essere presentata:
- per le utenze domestiche: dall’intestatario della scheda di famiglia nel caso di residenti e nel caso di non residenti dall’occupante a qualsiasi titolo;
- per le utenze non domestiche: dal soggetto legalmente responsabile dell’attività che in esse si svolge;
- per gli edifici in multiproprietà e per i centri commerciali integrati: dal gestore dei servizi comuni, fermo restando tutti gli altri obblighi tributari riguardanti i locali e le aree scoperte in uso esclusivo.
Se i soggetti di cui sopra non vi ottemperano, l’obbligo di dichiarazione deve essere adempiuto dagli eventuali altri occupanti, detentori o possessori, con vincolo di solidarietà. La dichiarazione presentata da uno dei coobbligati ha effetti anche per gli altri.

UTENZE DOMESTICHE
La dichiarazione, originaria, di variazione o cessazione, relativa alle utenze domestiche DEVE contenere:
- per le utenze di soggetti residenti: i dati identificativi (dati anagrafici, residenza, codice fiscale) dell’intestatario della scheda famiglia;
- per le utenze di soggetti non residenti: i dati identificativi del dichiarante (dati anagrafici, residenza,
codice fiscale) e il numero dei soggetti occupanti l’utenza;
- per le utenze di persone giuridiche: i dati identificativi del soggetto passivo (ragione sociale, sede legale, codice fiscale/partita iva), i dati identificativi del rappresentante legale (dati anagrafici, residenza, codice fiscale) e il numero dei soggetti occupanti l’utenza;
- l’ubicazione dell'immobile oggetto della dichiarazione, specificando anche il numero civico, il piano e se esistente il numero dell’interno, e, soprattutto, i dati catastali dei locali e delle aree;
- la superficie e la destinazione d’uso dei locali e delle aree;
- la data in cui ha avuto inizio il possesso, l’occupazione o la detenzione, a qualsiasi titolo e anche di fatto,
o in cui è intervenuta la variazione o cessazione;
- la sussistenza dei presupposti per la fruizione di eventuali riduzioni o agevolazioni.

UTENZE NON DOMESTICHE
La dichiarazione, originaria, di variazione o cessazione, relativa alle utenze non domestiche DEVE contenere:
- per le utenze di persone fisiche: i dati identificativi del dichiarante (dati anagrafici, residenza,
codice fiscale);
- le utenze di persone giuridiche: i dati identificativi del soggetto passivo (ragione sociale, sede legale, codice fiscale/partita iva), i dati identificativi del rappresentante legale (dati anagrafici, residenza, codice fiscale);
- la tipologia dell'attività svolta dalla persona fisica o dalla persona giuridica;
- l’ubicazione dell'immobile oggetto della dichiarazione, specificando anche il numero civico, il piano e se esistente il numero dell’interno, e, soprattutto, i dati catastali dei locali e delle aree;
- la destinazione d'uso dell'immobile oggetto della dichiarazione;
- la data in cui ha avuto inizio il possesso, l’occupazione o la detenzione, a qualsiasi titolo e anche di fatto,
o in cui è intervenuta la variazione o cessazione;
- la sussistenza dei presupposti per la fruizione di eventuali riduzioni o agevolazioni.

Le modalità di consegna delle dichiarazioni e delle varie istanze sono riportate alla fine del presente documento.
Rightbar