Salta al contenuto

Domenica 25 Settembre 2016

Cerca nel sito del Comune di Cagliari

Indice


Breadcrumbs
Corpo della pagina
Leftbar
Articolo esploso

NOTIZIE

Cagliari partecipa al progetto europeo NETfficient

Il Comune entra nell'Advisory Board
Porto di Cagliari
Porto di Cagliari
Nei giorni 20 e 21 gennaio si è svolto a Wiehl in Germania il terzo meeting del progetto europeo NETfficient, finanziato dalla Comunità Europea nell'ambito del programma Horizon 2020.

Il progetto ha l’obiettivo di rendere il più possibile autonoma energeticamente l'isola tedesca di Borkum, attraverso l'utilizzo di fonti rinnovabili e sistemi di accumulo energetico.

NETfficient vede coinvolti, oltre a diversi partner internazionali, anche l'Università di Cagliari ed il CRS4 impegnati sulla parte di gestione informatica della rete di distribuzione elettrica intelligente che verrà realizzata nell'isola.

I due giorni di meeting sono stati anche l'occasione per la prima riunione dell'”Advisory Board” del progetto, il comitato di esperti esterni incaricato di monitorare e indirizzare le attività programmate. Nel corso dell'appuntamento si è anche ufficializzata l'ammissione all'interno dell'Advisory Board  del Comune di Cagliari, rappresentato dall'Energy Manager l'Ing. Franco Uras .

L'assessore alla Pianificazione Strategica e Politiche Comunitarie Barbara Cadeddu sottolinea-“La candidatura del Comune di Cagliari, avvenuta su segnalazione del CRS4 e dell'Università, é stata accolta positivamente dall'Advisory Committee, che ha apprezzato i risultati che siamo riusciti a maturare negli ultimi anni in termini di “smart city” e politiche energetiche . Essere parte dell'organo consultivo – continua l'assessore - significa per la città di Cagliari essere costantemente informati sulle nuove tecnologie testate e sviluppate nell'ambito del progetto e una occasione per costruire nuovi  partenariati internazionali”.

Il prossimo appuntamento, organizzato dall'Università di Cagliari in collaborazione con il CRS4, si terrà a Cagliari a Giugno e sarà l'occasione per fare il punto sullo stato d'avanzamento del progetto e cominciare a valutare la possibilità di replicare l'esperienza ed utilizzare le tecnologie messe a punto anche su una scala più grande come quella del capoluogo sardo.
Rightbar
  • 27 gennaio 2016