Salta al contenuto

Giovedì 29 Settembre 2016

Cerca nel sito del Comune di Cagliari

Indice


Breadcrumbs
Corpo della pagina
Leftbar
Contenuti principali

MODULISTICA E CERTIFICATI

Attività di rilascio dei Certificati Digitali di Destinazione Urbanistica
Cartella archivio CDU

L'Art. 30 del D.P.R. 380/2001 prevede che gli atti tra vivi, sia in forma pubblica sia in forma privata, aventi ad oggetto trasferimento o costituzione o scioglimento della comunione di diritti reali relativi a terreni sono nulli e non possono essere stipulati né trascritti nei pubblici registri immobiliari ove agli atti stessi non sia allegato il certificato di destinazione urbanistica contenente le prescrizioni urbanistiche riguardanti l'area interessata.

Ai sensi dell'art. 23-ter e dell'art. 40 del D.Lgs. 7 marzo 2005 n. 82, le pubbliche amministrazioni formano gli originali dei propri documenti con mezzi informatici secondo le disposizioni di cui al codice dell'amministrazione digitale e le regole tecniche in materia di formazione dei documenti informatici, pertanto gli atti formati dalle pubbliche amministrazioni con strumenti informatici, costituiscono informazione primaria ed originale da cui è possibile estrarre copia per gli usi consentiti dalla legge.
PER QUANTO SOPRA NON SONO PIÙ PREVISTI CERTIFICATI DI DESTINAZIONE URBANISTICA ANALOGICI.

Il rilascio dei Certificati di Destinazione Urbanistica è previsto per legge nei termini di 30 giorni dalla richiesta, ma il Servizio Pianificazione ha tra i propri obiettivi il rilascio di almeno il 90% dei Certificati entro 15 giorni.

La domanda di rilascio è correttamente formulata se contiene i seguenti elementi:

  •     Dati e qualità del richiedente.
  •     Recapiti telefonici e e-mail.
  •     Esatta indicazione catastale (al Nuovo Catasto Terreni – NCT) del terreno per il quale si richiede il Certificato.
  •     Indicazione dell'indirizzo e-mail a cui deve essere invito il Certificato digitale.
  •     Eventuale richiesta di copia conforme all'originale.
  •     Allegati:
  •     Planimetria catastale (estratto di mappa) non anteriore a 3 mesi con individuazione della particella catastale per la quale si richiede il Certificato;
  •     eventuale copia del precedente Certificato già rilasciato per lo stesso terreno.

Si consiglia in ogni caso di utilizzare il Modulo di richiesta scaricabile qui sotto.

Il Certificato di Destinazione Urbanistica è soggetto agli obblighi di bollo pertanto è NECESSARIO che la domanda sia presentata avendo assolto ai relativi oneri secondo due distinte modalità:

  •     applicazione del Contrassegno (Marca da Bollo) da € 16,00 sulla domanda cartacea;
  •     trasmissione della Dichiarazione di Assolvimento dell'Imposta di Bollo (allegato al Modulo di richiesta scaricabile qui  sotto) a cui sia stato applicato e ANNULLATO il Contrassegno da € 16,00, regolarmente firmato e datato con allegata copia del documento di identità.

Il mancato assolvimento PREVENTIVO degli oneri di bollo sulla richiesta impone la trasmissione della stessa all'Agenzia delle Entrate per gli adempimenti conseguenti. La violazione non è sanabile presso l'ufficio richiedente.

Per il rilascio del Certificato è NECESSARIO consentire all'Amministrazione comunale la rivalsa rispetto all'assolvimento degli obblighi di bollo, pertanto dovrà essere fornita prova dell'avvenuto pagamento dell'ulteriore onere secondo le medesime seguenti modalità:

  •     consegna di un ulteriore NUOVO Contrassegno (Marca da Bollo) da € 16,00.
  •     trasmissione della Dichiarazione di Assolvimento dell'Imposta di Bollo (allegato al Modulo di richiesta scaricabile qui sotto) a cui sia stato applicato e ANNULLATO il Contrassegno da € 16,00, regolarmente firmato e datato con allegata copia del documento di identità. Potrà essere utilizzata la medesima Dichiarazione utilizzata per la domanda.

La mancata dimostrazione dell'assolvimento degli oneri di bollo comporta la sospensione del rilascio della pratica entro i 15 giorni, l'acquisto del Contrassegno da parte dell'Amministrazione comunale e la rivalsa mediante ingiunzione fiscale.

I casi di esenzione dagli oneri di bollo sono solo quelli previsti dalla normativa vigente. A titolo di esempio è esente da bollo la RICHIESTA del Certificato per fini di successione, ovvero da parte di Enti pubblici, mentre NON È ESENTE il rilascio del Certificato in copia cartacea in quanto si tratta di copia conforme all'originale (l'originale è un documento informatico) che per legge è sempre soggetto a bollo.

Rightbar