Salta al contenuto

Lunedì 26 Giugno 2017

Cerca nel sito del Comune di Cagliari

Indice


Breadcrumbs
Corpo della pagina
Leftbar
Articolo esploso

NOTIZIE

Presentato il programma della Settimana Santa di Cagliari

Il sindaco Massimo Zedda: “Sono riti entrati nel cuore dei cagliaritani che fanno parte della tradizione della città, così come le confraternite che aiutano a preservarle”.

VID186395

Spiritualità e mistero si congiungono a fede e devozione in quello che rappresenta uno dei più suggestivi e intensi eventi della religiosità popolare. Un susseguirsi di riti, rappresentazioni e processioni che nel corso della Settimana Santa hanno come intento quello della rievocazione e commemorazione della passione, morte e resurrezione di Gesù Cristo. Ma che suggellano anche l'antico sodalizio della città con la propria storia e tradizioni grazie all'instancabile impegno e dedizione portato avanti alle confraternite.

È con questo significato che stamattina a Palazzo Bacaredda il sindaco Massimo Zedda, affiancato dall'assessore alla Cultura Paolo Frau, dal presidente del Consiglio comunale Guido Portoghese, dal presidente della Municipalità di Pirri Paolo Secci e dai componenti delle confraternite cittadine, ha presentato il folto programma di eventi che precede la Pasqua.

“Sono riti entrati nel cuore dei cagliaritani che fanno parte della tradizione città, così come le confraternite che aiutano a preservarle”, hanno detto all'unisono i rappresentanti dell'Amministrazione comunale. “Oltre che per i credenti, i riti della Settimana Santa rappresentano un patrimonio collettivo che può anche creare occasioni di sviluppo e nuove opportunità lavorative”.

La Settimana Santa entra nel vivo già domani (venerdì 7 aprile), alle 16, con la processione (Passione di Gesù Cristo), partenza da piazza San Giacomo. Il 9 aprile, Domenica delle Palme, alle 10, a cura dell'Arciconfraternita della Vergine della Solitudine ci sarà la rimozione del simulacro dell'Addolorata, alle 12 il “discendimento” del simulacro del Cristo e alle 15 la vestizione dell'Addolorata. I riti proseguiranno per tutta la settimana fino a domenica 16 aprile, Pasqua. Il programma completo è consultabile e scaricabile attraverso il link più sotto indicato.

L’invito lanciato oggi da tutte le arciconfraternite durante l’incontro con la stampa, è rivolto ai giovani per consentire il ricambio generazionale e garantirne la sopravvivenza della storia e delle tradizioni di Cagliari e della Sardegna.
Rightbar
  • 06 aprile 2017