Salta al contenuto

Giovedì 08 Dicembre 2016

Cerca nel sito del Comune di Cagliari

Indice


Breadcrumbs
Corpo della pagina
Leftbar
Articolo esploso

NOTIZIE

Cagliari ospita l'ultima tappa sarda di CircOLIamo

In piazza Del Carmine decine di ragazzi per la campagna educativa itinerante sul corretto smaltimento dei lubrificanti usati.
Conferenza stampa di presentazione della campagna CircOLIamo
Conferenza stampa di presentazione della campagna CircOLIamo
Ammonta a oltre 1500 tonnellate la quota di oli lubrificanti usati recuperata in tutta la Provincia di Cagliari nel 2015, quasi la metà di quella raccolta complessivamente in tutta la Sardegna nello stesso periodo, con livelli alti e non molto differenti nel sassarese. I dati sono stati resi noti stamattina dal COOU, il Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati, durante un incontro con gli organi di stampa svoltosi in piazza Del Carmine nell’ambito di CircOLIamo

Quella di Cagliari è l'ultima tappa sarda della campagna educativa itinerante sul corretto smaltimento dei lubrificanti usati organizzata dal COOU con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e di ANCI, che sta toccando tutti i capoluoghi di provincia italiani allo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica e le amministrazioni locali sul corretto smaltimento dei lubrificanti usati e ottimizzarne la raccolta.

Per l'assessore Claudia Medda “il fattore educativo delle campagne come questa è fondamentale per migliorare la qualità della salute e dell’ambiente”. E anche la presenza del dirigente del Servizio Igiene del suolo e ambiente alla conferenza stampa, testimonia la sensibilità dell'Amministrazione comunale in questa direzione.

“La città dovrà presto affrontare un passaggio epocale”, ha spiegato Roberto Montixi, “si passerà da una raccolta dei rifiuti effettuata con i cassonetti, al sistema del porta a porta”. Ciò permetterà di migliorare i livelli di raccolta differenziata, riducendo, al contempo i quantitativi di rifiuti non riciclabili e le spese di smaltimento. La “trasformazione” sarà inoltre accompagnata da una serie di “iniziative parallele di promozione e di educazione che coinvolgeranno anche le scuole”.

L’olio lubrificante usato è un rifiuto pericoloso che deve essere smaltito correttamente. Se utilizzato in modo improprio può essere estremamente dannoso per l’ambiente e per la salute umana: “basti pensare che 4 kg circa di olio, il cambio di un’auto”, hanno sottolineato gli organizzatori di CircOLIamo, “se versati in mare possono contaminare e far ammalare una superficie grande quanto un campo di calcio, o sei piscine olimpioniche”.

Questa mattina decina di ragazzi delle scuole cittadine hanno visitato il villaggio CircOLIamo partecipando agli educational loro dedicati e sfidandosi a “Green League”, il progetto che prevede un sistema di giochi online finalizzati all’educazione ambientale.
Rightbar
  • 30 settembre 2016