Salta al contenuto

Martedì 27 Settembre 2016

Cerca nel sito del Comune di Cagliari

Indice


Breadcrumbs
Corpo della pagina
Leftbar
Articolo esploso

NOTIZIE

Comune e Università alleati per valorizzare l'Orto botanico di Cagliari

Massimo Zedda: “Il protocollo d'intesa è un'occasione per realizzare la connessione fisica tra diversi importanti luoghi della città”.

VID149672

Prosegue l'alleanza che unisce il Comune e l'Università di Cagliari. E stamattina il sindaco Massimo Zedda e il rettore Maria Del Zompo hanno firmato un protocollo di intesa per l'Orto botanico. L’obiettivo condiviso è la valorizzazione congiunta del giardino adagiato sulla Valle di Palabanda, tra l’Anfiteatro Romano, l’Orto dei Cappuccini e Villa di Tigellio, mediante una collaborazione coordinata per la sua gestione e fruizione migliore da parte di cittadini, visitatori e turisti. Intanto, grazie anche alle risorse recentemente stanziate dall'Amministrazione comunale, è già garantita l'apertura durante i fine settimana e nei giorni festivi. Oggi, visite notturne guidate in occasione della manifestazione Notti colorate 2016 che accompagnerà la città fino al 25 agosto.

“L’Orto botanico è un luogo magico”, ha commentato Zedda firmando l'importante documento. “Il protocollo”, ha sottolineato, “deve essere visto anche come un'occasione per realizzare la connessione fisica tra diversi importanti luoghi della città”, facendo chiaramente riferimento all'opportunità di arricchire ulteriormente quel percorso ambientale, archeologico, storico e culturale che si snoda dalla piazza Yenne, passando per via Azuni, Parco dell'Ospedale Civile, Ospedale Militare, Tuvixeddu e Tumannu, fino a Is Mirrionis, San Michele, Sant'Avendrace”.

Grande circa 5 ettari (50mila metri quadrati), oltre a raccogliere numerose specie arboree molte delle quali esotiche, soprattutto tropicali, ospita tre cisterne a bottiglia di epoca romana in buono stato di conservazione, di cui una visitabile. Al suo interno ci poi sono alcune vasche di probabile origine romana e un pozzo quasi certamente più recente. La pianta del giardino ricalca prevalentemente quella originale dell’architetto Gaetano Cima contraddistinto in maniera particolare nel fondo della valle, da cui sono partiti i primi lavori, e dove è dislocata una serie di aiuole geometriche disposte in modo simmetrico rispetto al viale centrale che corre dritto dall’ingresso di viale Sant'Ignazio sino alla fontana del piazzale centrale, alla Fontana Pampanini e al pozzo.

Nell’Orto sono presenti alcune serre dedicate alle collezioni e alle piante tropicali. Ma c'è anche la Grotta Gennari, la Vasca a trifoglio, la Cava romana e il Centro Conservazione Biodiversità, la passeggiata sopraelevata, il Museo Botanico e la Banca del germoplasma della Sardegna, un centro di ricerca di eccellenza a livello nazionale, e non solo, che ha avuto importanti riconoscimenti anche in termini di risorse.

Per il rettore Del Zompo la convenzione firmata oggi, giovedì 28 luglio 2016, permette “un rapporto di interazione tra Università e Comune che rafforza il concetto di Cagliari come città universitaria, ma rafforza anche i benefici per i cittadini, sia per la parte legata alla cultura, che per la parte legata al benessere e alla salute”.

All'incontro di stamattina con la stampa era presente anche l'assessore comunale alla Cultura e Verde pubblico, Paolo Frau, e il direttore dell'Orto botanico Gianluigi Bacchetta che ha ricordato che, in autunno ricorre il 150° anno dalla nascita del giardino cagliaritano: per l'occasione sono in programma una serie di manifestazioni tra cui il congresso nazionale degli orti botanici e quello sul germoplasma.

Oggi, a partire dalle 20,30, è prevista una passeggiata notturna all'Orto, “una visita guidata per scoprire le sue meraviglie attraverso i sensi”, ha spiegato Bacchetta. Per partecipare occorrerà però prenotare telefonando al numero 333 4126975 o 349 0732597 dalle 9 alle 18, oppure inviare una email all'indirizzo di posta elettronica ortobotanico@unica.it . È raccomandato l'uso di scarpe comode e di una torcia elettrica.
Rightbar
  • 28 luglio 2016