Salta al contenuto

Venerdì 22 Settembre 2017

Cerca nel sito del Comune di Cagliari

Indice


Breadcrumbs
Corpo della pagina
Leftbar
Articolo esploso

NOTIZIE

All’Arena Grandi Eventi Sant’Elia va in scena Mama Sardigna – Artistas pro sa terra

Venerdì 15 settembre dalle 18 festa-concerto gratuito a favore dell’ambiente. Alla presentazione dell’evento anche l’assessore Paolo Frau.

VID201144

Raccogliere fondi per il rimboschimento in alcune aree della Sardegna. Ma anche occasione di incontro, confronto e festa capace di focalizzare l’attenzione sui temi della salvaguardia ambientale. Sono questi gli obiettivi  che intende perseguire “Mama Sardigna”, l’evento che sarà ospitato venerdì prossimo, il 15 settembre, all’Arena Grandi Eventi Sant’Elia di Cagliari.

Dalle 6 del pomeriggio si alterneranno sul palco della struttura in uno dei tratti di mare più suggestivi della città, all’altezza del Parcheggio Cuore dello Stadio, numerose personalità del panorama musicale e culturale dell’Isola. Fra loro, Piero Marras, I Tazenda, Rossella Faa, i ragazzi di Scuole in coro – Studio Cantorum, Maria Giovanna Cherchi, Dr. Dree & CRC Posse e Joe Perrino, una ventina in tutto. L’ingresso sarà gratuito. A condurre Matteo Bruni e le Lucido Sottile.

“Ci sono tutti gli elementi per essere contenti dell’iniziativa”, ha commentato l’assessore alla Cultura e Verde pubblico. E parlando al plurale, il rappresentante dell’Amministrazione comunale che ha concesso il patrocinio, ha anche sottolineato che la manifestazione ha inoltre il pregio di aver mobilitato il mondo culturale, artistico e dell’associazionismo a favore della preservazione e valorizzazione dell’ambiente e dell’ecosistema dell’Isola.

“Durante il concerto sarà attiva una raccolta fondi”, ha spiegato Frau. Il ricavato servirà infatti a finanziare il rimboschimento di alcune aree simboliche della Sardegna: una nella periferia urbana di Cagliari, dove verrà realizzata una vera e propria attività di recupero di un’area degradata per la creazione di un parco giochi per bambini; le altre a Bauladu, nell’Oristanese, uno dei diversi comuni a rischio spopolamento, dove saranno recuperate zone abbandonate o distrutte dal fuoco per creare aree verdi aperte a tutti. Gli alberi verranno messi a dimora il prossimo 21 novembre in occasione della Giornata Nazionale degli Alberi.

“La Sardegna è la prima regione italiana per estensione forestale, circa 1milione 350mila ettari”, ha detto Giuseppe Pulina di Forestas. “C’è però un forte squilibrio fra le aree interne e quella dell’area metropolitana di Cagliari dove ci sono molti abitanti per ogni albero, invece che il contrario”. Non si tratta soltanto di una questione “estetica”. Quanto piuttosto di salute e benessere. “Basti pensare per esempio – ha concluso l’Amministratore unico dell’Agenzia regionale – che fra la zona bassa di viale Merello e quella alta c’è una differenza di temperatura di 3-4 gradi”.

Oltre che per la buona musica, quella di venerdì 15 settembre all’Arena grandi Eventi sarà un’opportunità da non perdere per gustare prodotti sardi di qualità a “chilometro zero” grazie all’allestimento di un’area ristoro e per visitare i numerosi stand degli sponsor della manifestazione, tutti dedicati ai temi dell’ambiente. Tra questi quello di Forestas e di Tesla che presenterà l’autoi elettrica di ultima generazione che sarà protagonista del tour promosso da Ucnet “Eneroad” per diffondere la cultura della mobilità sostenibile.
ALLEGATI
Rightbar
  • 12 settembre 2017