Salta al contenuto

Sabato 10 Dicembre 2016

Cerca nel sito del Comune di Cagliari

Indice


Breadcrumbs
Corpo della pagina
Leftbar
Contenuti principali

DISINFESTAZIONE

Zecche e zanzare - Suggerimenti utili
Al fine di rispettare l’esigenza della massima tutela dei cittadini, viene confermata l’attuale procedura di attivazione della disinfestazione di eventuali focolai.

La comunicazione deve contenere l’esatta ubicazione del focolaio, le Unità Operative del Servizio Disinfestazione interverranno entro 48 ore successive alla richiesta delle ASL e in ogni caso successivamente agli accordi preliminari con i competenti Uffici Tecnici Comunali che collaboreranno per le fasi operative e l’eventuale assistenza logistica.


Contattare:

il Settore Antinsetti - Unità Organizzativa Complessa della Disinfestazione e Laboratorio Entomologico a disposizione al fine di assicurare tutte le informazioni del caso.
Tel: 070.6066481 - 6428 - 6479 - 6405 - 6414    -   Fax. 0706066417

il Servizio Igiene e Sanità Pubblica  che si fa carico dell'informazione, consulenza e controllo in materia di prevenzione delle malattie infettive trasmesse da insetti vettori.
Tel: 070 6094727 - Fax: 070 6094725

LOTTA ALLE ZANZARE

Suggerimenti utili ai cittadini, agli amministratori di condomini e a tutti coloro che sono proprietari di abitazioni e di edifici adibiti ad altri usi per il controllo e la lotta contro le zanzare.

Con l’approssimarsi della bella stagione si ritiene utile fornire alcune indicazioni affinché siano adottate tutte le precauzioni per contenere al massimo le infestazioni di zanzare che, come si sa, compiono gran parte del loro ciclo biologico nell’acqua e, poiché non si allontanano molto dal focolaio di origine, è bene evitare la formazione di piccole raccolte idriche dove questi insetti possono deporre le uova e sviluppare le larve:
  • eliminare ogni piccolo contenitore d’acqua (barattoli, bidoni, secchi, pneumatici usati ecc.) o evitare di abbandonarlo in modo definitivo o temporaneo negli spazi aperti al pubblico o privati, balconi, terrazze, giardini, cortili, posti auto ecc.;
  • procedere, ove si tratti di contenitori non abbandonati (sottovasi, abbeveratoi, annaffiatoi, pozzi, vasche, piccoli serbatoi d’acqua potabile o serbatoi per l’irrigazione di piccoli giardini ecc.) ma bensì sotto il controllo di chi ne ha la proprietà o l’uso effettivo, allo svuotamento settimanale, ove possibile, evitando accumuli idrici a seguito di pioggia, altrimenti procedere alla loro copertura con reti zanzariere o con teli di plastica;
  • Introdurre nelle vasche e nei laghetti ornamentali sistemati nei giardini privati o condominiali pesci larvivori (es. gambusia affinis o pesci rossi);
  • sgomberare i cortili e le aree aperte da erbacce, sterpi e rifiuti di ogni genere ed eventualmente recintarli in modo tale da impedire lo scarico di immondizie e di altri rifiuti nonché il ristagno delle acque meteoriche o di qualsiasi altra provenienza;
  • assicurarsi dello stato di efficienza degli impianti idrici dei fabbricati, dei locali annessi e degli spazi di pertinenza, onde evitare raccolte di acqua stagnante anche temporanee;
  • svuotare le piscine quando non sono utilizzate;
  • ripulire e manutenzionare regolarmente le caditoie interne per la raccolta delle acque piovane o di scolo, presenti nei cortili e nei giardini evitando il ristagno d’acqua;
  • ricoprire con reti zanzariere gli scarichi interni (locale caldaia, vano ascensore, cantine, autorimesse ecc.);
  • evitare l’abbandono dei rifiuti che possono raccogliere acqua piovana o d’irrigazione (lavatrici, pneumatici, sanitari ecc.);
  • privilegiare l’annaffiatura diretta tramite pompa o con contenitore da riempire di volta in volta e da svuotare completamente dopo l’uso.

LOTTA ALLE ZECCHE

Con l’approssimarsi di condizioni stagionali favorevoli, si ritiene utile fornire ai cittadini alcuni suggerimenti per contenere lo sviluppo e la diffusione delle zecche, parassiti ospiti abituali degli animali tra cui il cane, il gatto e altri mammiferi.
  • rispetto del divieto di pascolo nei centri abitati e nelle periferie;
  • falciatura delle erbe nelle aree incolte, possibilmente, con aratura superficale e successivo rivoltamento delle zolle che consente anche l’interramento delle zecche con la loro conseguente eliminazione;
  • sgomberare i cortili e le aree aperte da erbacce, sterpi e rifiuti di ogni genere soprattutto la vegetazione in decomposizione ed eventualmente recintarli in modo tale da impedire lo scarico di immondizie e di altri rifiuti e il crearsi di potenziali rifugi dei randagi;
  • utilizzo di appositi collari antizecche per i cani e per i gatti, e trattarli con sostanze acaro repellenti prima dell’uscita;
  • evitare di toccare l’erba lungo il margine dei sentieri e non addentrarsi nell’erba alta;
  • dopo una escursione effettuare un attento esame visivo e tattile della propria persona e degli indumenti, questi ultimi eventualmente spazzolarli prima di portarli all’interno delle abitazioni;
  • limitare il contatto con animali selvatici;

Per ulteriori informazioni: Area Gestione Territorio
Comune di Cagliari, Via Roma 145 - 09124 Cagliari - codice fiscale/partita IVA 0
Rightbar